pagine_ebraiche_thebeitproject Piccoli ricettacoli a due posti, aperti e mobili, a forma di beit, la seconda lettera dell’alfabeto ebraico, itineranti entro apposite valigette munite di rotelle, sono la struttura portante di Beit Project, la scuola nomade che attraversa l’Europa per studiare le vestigia del patrimonio ebraico. veure el pdf

Adachiara Zevi architetto

Publish : pagine ebraiche n. 12 | dicembre 2012

Share →